Aperitivi della Conoscenza: il 20 novembre un incontro sul 30° anniversario della Convenzione sui Diritti dei bambini e degli adolescenti

18 Novembre 2019

Ne discuteranno docenti dell’Università di Parma impegnati in attività di ricerca e didattica su temi sociali, dell’infanzia e dell’adolescenza

Parma 18 novembre 2019 – Quali sono le nuove sfide sui diritti dell’infanzia, e qual è lo stato di attuazione della Convenzione ONU, a 30 anni dalla sua ratifica: se ne parlerà nell’incontro della rassegna “Aperitivi della Conoscenza” – a cura dell’Università di Parma – che si svolgerà mercoledì 20 novembre alle 17:30 al ParmaUniverCity Info Point nel sottopasso del Ponte Romano. L’appuntamento fa parte del calendario di eventi “Facciamo Conoscenza”, organizzato dall’Università di Parma per celebrare la nomina della città a Capitale Italiana della Cultura 2020.

Nell’incontro coordinato da Paolo Calidoni – docente del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali (DUSIC) -, si farà il punto sull’attuazione della Convenzione a cui hanno aderito 196 paesi, e sui motivi per cui essa è ancora ampiamente inattuata.

Contribuiranno alla discussione Davide Papotti, presidente del corso di laurea magistrale in Progettazione e coordinamento dei servizi educativi, Chiara Scivoletto, presidente del corso di laurea magistrale in Programmazione e gestione dei servizi sociali, e Luisa Molinari, coordinatrice dell’Unità Psicologico-Sociale.

L’Aperitivo della Conoscenza delle 17:30 è l’appuntamento conclusivo di una giornata di riflessioni interdisciplinari ed eventi organizzati dal DUSIC, rivolta a studenti, operatori, insegnanti e ricercatori di ambiti disciplinari differenti, che si articola in una conferenza con relatori di spicco internazionale e laboratori che coinvolgeranno prioritariamente bambini e ragazzi.

Gli “Aperitivi della Conoscenza” sono uno dei cinque filoni dell’iniziativa “Facciamo Conoscenza” che ha l’obiettivo di fare, diffondere e condividere il sapere attraverso i temi della cultura, democrazia, innovazione e sostenibilità.